Le Degustazioni Virtuali dei Vini possono sostituire quelle nella vita reale?

Avatar VR Business | 28 Aprile 2020 83 Views 5 On 7 Ratings

83 Views 5 On 7 Ratings Rate it

In un tipico weekend di primavera, le vinerie erano pronte per ricevere centinaia di ospiti nella loro struttura. Ciò è cambiato con la diffusione del nuovo coronavirus. Da allora, altri stati hanno seguito l’esempio, rassegnando gli amanti del vino a sorseggiare a casa in pantaloni da yoga invece di guardare il vigneto da un patio.

Ma nello stesso modo in cui le viti innestate si adattano per adattarsi al loro nuovo terroir, le cantine stanno cambiando per accogliere una nuova realtà. Come raggiungono i loro consumatori? Attraverso un metodo innovativo:

Le Degustazioni Virtuali

“Il vino consiste nel radunare persone, tirare un tappo di sughero e godersi la compagnia”, afferma Chris Blake, direttore delle vendite di Sextant. “Abbiamo perso questa interazione e abbiamo iniziato a fare brainstorming sui modi per ricreare quella sensazione”. Ogni settimana offrono un kit di tre bottiglie e ospitano una degustazione dal vivo dei vini. Tutti sono invitati, indipendentemente dal fatto che abbiano acquistato il kit o vogliano semplicemente seguirlo.

Le aziende agricole e vinicole incoraggiano conversazioni in VR per le degustazioni virtuali a flusso libero o mirate all’apprendimento, e per gli ospiti, offrono tour panoramici a 360° della tenuta e dei processi produttivi dell’azienda.

Spire di solito tiene 1.000 piccole degustazioni di persona solo su appuntamento ogni anno. Le sue sessioni virtuali appena formate riflettono questo formato altamente personalizzato. I padroni di casa aiutano gli ospiti a curare una selezione di bottiglie dal Capo Occidentale del Sudafrica, la Valle di Willamette, Bordeaux e altre regioni, quindi organizzano una degustazione guidata personale.

Parallel Wines di Napa Valley offre attualmente sessioni private di degustazione video di 90 minuti al giorno, accessibili tramite FaceTime, Skype o Zoom. La tariffa di $ 95 a persona e include il vino e la spedizione.


“Si tratta solo di creare esperienze autentiche e connesse che rimangano fedeli alla cantina e ai suoi fan”, afferma Adrienne Capps, direttore generale di Parallel. La cantina prevede presto di offrire video di degustazione su richiesta gratuiti e degustazioni settimanali dal vivo.

Chris Cobb, co-fondatore di Kuhlman Cellars nel Texas Hill Country, paragona questi nuovi eventi al modo in cui le scuole in tutto il mondo stanno rielaborando i loro piani.

L’alternativa ai 250 ospiti che avrebbero ospitato quotidianamente in cantina sono ora i webinar che si svolgono il venerdì sera e la domenica pomeriggio. Vengono inclusi con l’acquisto di un pacchetto di vini. Questo è un modo per godersi il vino con gli amici da una distanza sociale sicura. Si trasmette in streaming anche tramite Facebook Live, tour delle vigne, dei fiori selvatici e della vita degli animali della proprietà.

Resta  da vedere se il concetto virtuale è un sostituto sostenibile a lungo termine, poiché il fascino di essere tra le viti o in una sala di degustazione può essere difficile da sostituire con una webcam.

Un ultimo aggiornamento per concludere

Dopo che il sommelier Cha McCoy si è incontrato su LinkedIn con Filipe Carvalho, un collega studente di vino in Portogallo, il duo è stato ispirato a creare il gruppo virtuale globale di degustazione United We Taste. McCoy, onorato di Wine Enthusiast 40 Under 40, lo descrive come un’idea di base in risposta al distanziamento sociale, con sessioni in streaming su YouTube e aperte a tutti.


“L’obiettivo è ispirare la connessione, promuovere l’educazione del vino e offrire speranza alla comunità vinicola vicina e lontana”, afferma McCoy.

Una cosa è certa, la vita sarà indelebilmente modificata nel nostro mondo post-coronavirus. Ma potrebbe non essere così male quando si tratta di vino, secondo Hughes.

“L’industria è stata in grado di adattarsi in modo incredibile”, afferma. “Speriamo che apra le porte a linee di comunicazione più aperte virtualmente e un po ‘più spesso, anche quando il mondo non è capovolto.”

Contattaci per saperne di più o ricevere subito un preventivo gratuito per la realizzazione di Virtual Tour a 360°.


83 Views 5 On 7 Ratings Rate it